Terapia Individuale, Familiare e di Coppia

Dopo aver conseguito la laurea in Psicologia ed aver superato l’esame di stato per l’abilitazione all’attività di Psicologo mi sono specializzato nel 2015 in Psicoterapia Familiare presso l’Istituto Veneto di Terapia Familiare maturando, nel corso dei quattro anni di scuola, esperienza trasversale nella clinica.

La terapia familiare, altresì detta sistematica-relazionale, è un modello di intervento psicoterapeutico che ha sviluppato concetti e pratiche nuove sul significato del disagio e dei sintomi psichici espressi dagli individui.

La terapia familiare come modello di intervento si è affermato a partire dagli anni cinquanta negli Stati Uniti prima e in Europa successivamente. Essa si basa sull’ipotesi secondo la quale le relazioni familiari costituiscono l’ambito di origine, ma anche di cura dei disturbi psicopatologici. Questa presa di coscienza ha introdotto una rivoluzione nel modo di considerare il sintomo, la diagnosi ed il trattamento; una rivoluzione poichè tutto ciò è stato possibile ridefinirlo in termini relazionali. Il sintomo cessa così di essere trattato come un’espressione di disfunzioni individuali e viene invece assunto come informazione riguardante l’intero contesto dei rapporti in cui la persona è inserita; la diagnosi non è l’attribuzione di categorie patologiche ad un singolo individuo, ma fa riferimento a modalità di funzionamento di un sistema; l’intervento terapeutico non si fonda sull’analisi dei processi intrapsichici, ma sull’osservazione dei modelli interattivi dell’intero sistema e si propone di modificare la rete dei rapporti entro cui il disagio è emerso e mantenuto, e non soltanto le dinamiche individuali della persona portatrice di tale disagio.

La terapia familiare interviene attraverso varie tecniche di lavoro sulle famiglie, operando su 4 livelli principali di osservazione:

  • la storia trigenerazionale della famiglia (nonni-genitori-figli);
  • l’organizzazione relazionale e comunicativa attuale della famiglia;
  • la funzione del sintomo del singolo individuo nell’equilibrio della famiglia;
  • la fase del ciclo vitale che la famiglia sta vivendo.

Le tecniche, attraverso l’utilizzo di compiti da attuare sia nelle sedute terapeutiche che a casa, si articolano intorno alle problematiche dei ruoli, della gerarchia, delle alleanze, e della qualità della comunicazione.